Associazione Sportiva Dilettantistica
Don Bosco
B
odio Lomnago


 
1 divisione                                            15^ giornata                                                        9 febbraio 2018
 
Mondialclima...
ma quanto sei bella



MONDIALCLIMA DON BOSCO BODIO—GRAFICHE MPS CASTRONNO 3-0  ( 25-22; 25-22; 25-20)

FORMAZIONE: Merigo (5), Martin (15), Quadrelli (10), Mariotto C (8), Aramini (8), Ferrario, Costantini(8), Quarta, Grieco, Torcasio, Moroni, Mariotto E (L)    
Allenatore Nardi       Acc. Mariotto  

LA PAROLA AL BAFFO


Una bella Mondialclima concentrata ed aggressiva schianta in tre set il pur quotato Castronno giocando la più classica delle “partite perfette”. Eppure i presupposti non erano certo incoraggianti, Bomber Vale Mariotto vittima del virus stagionale era dovuta rimanere ferma ai box e si era aggiunta alla lunga lista delle giocatrici indisponibili di cui ho quasi perso il conto. Coach Diego, paziente come il biblico Giobbe non si è però perso d’animo e ha saputo dar carica alle nostre che, pur presentate in campo in un assetto rivoluzionato, hanno saputo offrire una prestazione maiuscola sia sul piano tecnico che su quello agonistico. Brave! Finalmente la squadra è riuscita a mostrare in partita tutto il buon lavoro che fa in settimana e questo è senza dubbio merito del nostro tecnico, un ragazzo modesto quanto bravo che in questi mesi del mio “ritorno al passato” ho imparato a stimare. E la partita? La partita è stata giocata su livelli tecnici apprezzabili e le nostre sono riuscite a farla loro trovando nella battuta sempre precisa e insidiosa (10 ace) e nel gioco al centro (ottime Martin e Quadrelli, 25 punti in due) le chiavi per prendere il sopravvento contro un avversario di tutto rispetto che aveva nelle esterne la parte più insidiosa del suo attacco. Certo, si è vinto con il gioco al centro ma non bisogna essere dei geni della pallavolo per capire che per attuare questo gioco ci vuole una seconda linea che sappia prima ricevere o difendere e poi portare con precisione la palla verso il palleggio e qui vengono all’occhio le ottime prestazioni di Otta Mariotto e George Costantini ma soprattutto di Betty Mariotto (MVP) un libero che da secoli non sbaglia partita. Acciu Merigo dal canto suo ha probabilmente giocato la miglior partita della sua vita di palleggiatrice servendo con bella continuità palle invitanti ad attaccanti aggressive, vogliose e ispirate. E Aramini? Brazil sta entrando con sempre maggior convinzione nel nuovo ruolo di opposto e stasera ha mostrato che da posto “due” per lei ci potrebbe essere un futuro. Se sistema un poco la rincorsa le doti non le mancano certamente…Si è vinto, si è vinto giocando anche bene; questi 3 meritati punti danno ossigeno alla nostra classifica e chissà che non sia il primo segnale che ci porta a trovare il sole della salvezza. Certo evitare i play-out non sarà semplice anche perché questo pasticcio di regolamento che regala alle squadre “under” la salvezza a prescindere dal piazzamento finale oltre a non giovare alla regolarità del campionato, ci complica non poco la vita. Ma su questo discorso ci voglio ritornare anche se so che non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire…. per ora godiamoci il buon momento e come sempre FORZA RAGA !!!!


MF